I Capodogli spiaggiati

Il 10 dicembre 2009 vengono ritrovati spiaggiati n°7 Capodogli (giovani maschi) sul litorale tra Cagnano Varano e Ischitella.

I sette odontoceti sono stati, probabilmente, disorientati dalle attività umane che si svolgevano nell’Adriatico in quel periodo, per la ricerca di idrocarburi. 

Immagine anteprima YouTube

*

Capodoglio - Physeter macrocephalus-

Vive in quasi tutti i mari del mondo ed anche nel Mediterraneo di cui  si conoscono tre aree importanti  per la specie, le Isole Baleari, Creta e Ischia.

Tra gli Odontoceti (cetacei provvisti di  denti) è quello di maggiori dimensioni potendo raggiungere, nei maschi,  i 18 metri di lunghezza e le 50 tonnellate.

In mare è facilmente riconoscibile per il soffio diretto in avanti e leggermente a sinistra per la particolare posizione dello sfiatatoio.

E’ caratterizzato da una bassa pinna dorsale  seguita da una serie di piccole gobbe che arrivano fino alla coda.

Quando si immerge si nota facilmente la testa enorme, lunga fino ad un terzo del corpo.

Vive in gruppi distinti per sesso e per età.

E’ capace di compiere immersioni fino 2000 metri di profondità e della durata di più di 2 ore.

Si nutre di calamari giganti  e grossi pesci.

Fortemente minacciato dal traffico navale con il rischio di collisione, dal conseguente inquinamento acustico sottomarino e dalla presenza delle reti da pesca pelagiche.

 

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Print
  • PDF
  • email