Escursioni sul Gargano

Paesaggio dicembre 2019
 
Non appartieni a nessuno.
Il tuo spirito è il soffio della montagna imprevedibile e inquieto.
Un aquilone che corre e gioisce si inabissa con la quiete.
Lampi e tuoni decorano il tuo universo.
Sfuggì gli uomini cercando calore negli occhi della natura.
Racconti alle pietre degli effimeri amori e affidi ai torrenti tuoi tormenti.
Doni amore alla tua unica amica, la solitudine.
 
Da “Bottiglie di rugiada” di Francesco Giordano
 
 
 
 

Sublime è il senso di sgomento che l’uomo prova di fronte alla
grandezza della natura sia nell’aspetto pacifico, sia ancor più, nel
momento della sua terribile rappresentazione, quando ognuno di noi sente
la sua piccolezza, la sua estrema fragilità, la sua finitezza, ma, al
tempo stesso, proprio perché cosciente di questo, intuisce l’infinito
e si rende conto che l’anima possiede una facoltà superiore alla
misura dei sensi”
Immanuel Kant in “Critica del Giudizio “

 
Luce delmattinoCampi di marzo
“E la foresta mantenne le sue millenarie promesse. Bastò incamminarsi. A ogni passo si animava di più, diventava più misteriosa, più sacra. Gli alberi parevano le navate di un’immensa cattedrale, il sole filtrava obblicuo tra le fronde come attraverso magiche vetrate. La sola traccia umana era il sentiero che ora saliva, ora precipitava in una forra per poi salire di nuovo, sempre più in su, sempre più in alto”.
 
da “Un’altro giro di giostra”  di Tiziano Terzani
 
Itinerari:
Valloni Meridionali
Monte Spigno
Monte Calvo
Monte Sacro
Foresta Umbra
Mulanna
Sentiero dei Mergoli
Bosco Quarto 
 
 
 
 foresta
 
 “Ci sono paesaggi, come certi istanti nella vita, che non si possono cancellare mai dalla mente; tornano sempre ad attraversarti dal di dentro, con intensità ogni volta più forte.”
 
 Da “Terra del Fuoco” di Francisco Coloane
 
lago-di-varano-aprile-2017